Ex cani da rifugio Dulcie e Diego danno compagnia ai pazienti anziani e al morbo di Alzheimer

Afferrare un tessuto

Vivere per conto proprio a volte può essere solo. Se vivi da solo e sei un anziano senza amici nelle vicinanze, quella solitudine e il senso di isolamento possono essere paralizzanti. Ma grazie al dinamico duo di Dulcie e Diego a Point Pleasant, nel New Jersey, gli anziani possono ora avere vite più soddisfatte e felici.

I cani e il loro proprietario, Charlotte Aylor-Diaz, fanno parte dei Caregiver Canines - Visiting Therapy Dog Program di Caregiver Volunteers del New Jersey centrale, un gruppo di Charlotte ha contribuito a fondare con la fondatrice e direttrice Lynette Whiteman nel 2009. Dulcie e Diego sono stati i primi volontari di Caregiver Canine e attualmente visitano Addie, una donna di 96 anni nel quartiere che ha iniziato ricevendo visite nel 2013.

"È stata una vera benedizione anche per me", ha detto Charlotte, una veterinaria trentennale di pet therapy che è attualmente alla sua terza serie di duetti di cani da terapia. Tutti i suoi cani sono stati salvati, la maggior parte dei quali sono stati salvati dai rifugi come cani adulti. "Realmente sviluppi una relazione in quell'ambiente."

La maggior parte delle volte, Addie gode della compagnia dei cani e della conversazione e occasionali assistenza domestica di Charlotte.

"Trovo che questo sia il tipo più importante di animale domestico terapia ", ha detto.

Dulcie e Diego non sono cani da terapia specializzati. Questa squadra proveniva da alcuni inizi difficili. Più di 11 anni fa, Charlotte ha trovato un mix di Chow / Border Collie di 4 anni nel Burlington County Animal Shelter. Il giorno prima aveva perso il suo amato cane da terapia e ora sapeva di dover salvare un altro cane in onore di quel cucciolo.

"Quando ho visto Dulcie, era una versione in miniatura di [il mio ex cane] Layla," Charlotte ha detto.

I funzionari hanno salvato Dulcie da una situazione spensierata in cui viveva con quasi 40 altri cani stipati in uno scantinato buio e umido. Non aveva mai visto il mondo esterno. Ed era incinta, soffre di dirofilaria avanzata. Charlotte sapeva che lei avrebbe potuto aiutare. Mentre i cuccioli non potevano essere salvati a causa della malattia di Dulcie, lo era. Mesi di medicazioni e cure hanno restituito la vita a questo cucciolo timido, e lei è sbocciata.

Negli ultimi 10 anni, Dulcie e la sua tranquilla, timida, dolce sicurezza hanno abbellito molte strutture nel suo lavoro di pet therapy di tutti i tipi. Lei crea un legame speciale con i malati di Alzheimer, ha detto Charlotte. Mette la sua grande testa in grembo, chiude gli occhi e li lascia accarezzare mentre raccontano storie più e più volte. Sembra che abbia un'innata capacità di calmare queste persone quando si agitano, ha detto Charlotte.

Diego, ora quasi 9, è il cane da terapia sempre e ovunque. Questo mix di Cocker Spaniel / Coonhound è naturale in quasi tutte le situazioni terapeutiche che ha inserito. Ma anche lui ha avuto un inizio difficile nella vita. Quando aveva 6 mesi, Diego si ritrovò senza casa in un rifugio in Alabama. Charlotte ancora una volta stava cercando di onorare un altro cane che era morto adottando di nuovo, e trovò Diego su Petfinder.

Eppure, una volta adottato, fu scoperto che Diego aveva una terribile tosse e un'enorme massa nei polmoni. Polmonite? Possibilmente. Cancro? Può essere. I veterinari trattarono l'infezione e speravano per il meglio. Diego sembrava migliorare ma non completamente. Dopo circa 18 mesi di questo, Charlotte ha richiesto una TAC di Diego - solo per sapere che il cane non aveva diaframma. La sua massa polmonare non era un tumore: era il fegato e l'intestino che invadevano la cavità polmonare.

Dopo un intervento chirurgico a cinque cifre e un enorme periodo di recupero, Diego emerse un cane sano e felice. Ma tutti quei mesi come invalido gli hanno insegnato a essere calmo, gentile, un osservatore. Ciò ha consolidato la sua pista come un cane da terapia, ha detto Charlotte.

Diego e Dulcie sono diventati naturali per le visite di pet therapy a domicilio. Anche Charlotte è sbocciata sotto questo ramo del lavoro terapeutico.

"Quando ho iniziato a farlo, ho capito che queste persone sono così grate", ha detto. "Sono così soli. Il bisogno è molto di più. Chiedono così poco. Sono così grati per il tempo che dedichi. "

Addie non manca mai, mai di mostrare la sua gratitudine.

"Deve nutrire i cani - un'intera manica di Saltine (cracker)", disse Charlotte. "Non possiamo andarcene finché non è finita l'intera manica. Sente che vuole restituire qualcosa ai cani. "