Panda the Puppy Mill Survivor sopravvive anche alla trappola animale

Lunedì Miracolo

La trappola era probabilmente impostata per un coyote, ma la zampa catturata non apparteneva a uno. Un genere comune riguardava tutto ciò che il prigioniero aveva in comune con l'obiettivo prefissato.

Diversamente dai coyote e altri animali che chiamavano i boschi canadesi, Panda - un mix di Puggle-French Bulldog di 4 anni - non era abituati a sentire il morbido pavimento della foresta sotto i suoi piedi. La zampa che era entrata nella trappola aveva passato anni a stare in gabbia. Quando un umano che camminava tra i boschi si imbatté nel cane intrappolato, il suo lato inferiore cadente raccontò la storia che non poteva: in una zona rurale nota per i mulini per cuccioli, Panda sembrava essere venuta da uno.

"Noi doniamo" so come è uscita - se è scappata o se è stata mandata a fare i bagagli da sola ", spiega Stephanie Gallo, che ha adottato Panda il 30 giugno 2015." Senza il buon Samaritano che l'ha trovata, sarebbe probabilmente morta nel

Secondo Gallo, quel tipo di passante ha liberato Panda e l'ha portata alla Quinte Humane Society di Belleville, nell'Ontario. Riconoscere la zampa danneggiata di Panda avrebbe probabilmente dovuto amputarlo, il rifugio ha funzionato con T.E.A.M. Dog Rescue, un salvataggio in affido a Toronto, per occuparsi delle sue cure.

"T.E.A.M. sistemato per la sua amputazione, l'hanno fatto mentre era ancora fuori a Belleville ", spiega Gallo, che non aveva seriamente preso in considerazione l'idea di adottare un animale prima di imbattersi in Panda online.

" Mi sono appena imbattuto nella sua foto su un cane sito di salvataggio. Non stavo cercando un cane, ma il suo viso ha catturato il mio cuore ", dice." Sapevo che se avessi fatto domanda per lei e loro avessero deciso che ero io per lei, allora era destinato a esserlo ".

Panda era stato con il TEAM per circa due settimane, quando Gallo mise la sua domanda per il treppiede, lei disse che la sua era la prima applicazione che il salvataggio aveva ricevuto per il cane. Gallo ritiene che la gamba mancante di Panda abbia probabilmente scoraggiato i potenziali adottanti, ma per lei un treppiede era la giusta velocità.

"Un sacco di persone cercano cani che possano essere attivi con loro e la loro famiglia - non che io non sia attivo , ma è fino ad un certo punto ", scherza. "Sapevo che probabilmente non le sarebbe piaciuto camminare così tanto."

Panda era a un paio di settimane dal suo intervento di amputazione quando era venuta a vivere con Gallo, e in quel momento non aveva assolutamente intenzione di fare alcun esercizio . Fortunatamente per lei, Gallo aveva un piccolo carro rosso con il nome di Panda su di esso - letteralmente. Era tempo che Panda venisse coccolata. Secondo Gallo, il cucciolo salvato era molto dolce, ma anche molto insicuro del mondo che la circonda.

"Non ha camminato molto, non ha fatto molto", ricorda Gallo. "All'inizio, non aveva alcun interesse per altri cani, nessun giocattolo di interesse."

Un anno dopo, e Gallo è ora senza spazio per la collezione di giocattoli sempre più grande di Panda.

"Ora è completamente diversa cane di quando è arrivata alla mia porta. Lei ha così tanta energia. Ama le persone ", spiega Gallo. "Adesso è un cane. Quando l'ho presa, era una conchiglia di cane - sembrava una, ma non era davvero un cane. Ora è semplicemente normale. "

In questi giorni, Panda è su e in movimento e va da tre a quattro passeggiate al giorno con Gallo. Dice nonostante ciò che pensa la gente, prendersi cura di un cane a tre zampe non è molto diverso dal prendersi cura di un non-amputato.

"I bisogni speciali non significano che è più difficile vivere con", lei dice. "La cosa più grande con cui lottiamo è solo che Panda non può camminare molto lontano."

Nonostante tutti i progressi che Panda ha fatto in altre aree, la razza mista di 5 anni non ama ancora averla i piedi toccati - qualcosa che Gallo crede è legato al fatto di stare sulle casse dei fili per i primi quattro anni della sua vita.

"Vorrei solo che tutti sapessero da dove venivano i loro cani", dice, riconoscendo che non tutti si rivolge a un salvataggio quando cerca un compagno canino. Gallo dice che spera che storie come quella di Panda faranno in modo che i potenziali acquirenti di cuccioli considerino almeno l'adozione - e sostengono solo allevatori etici se il soccorso non funziona.

"Basta essere educato, sapere da dove viene il tuo cane, e non sostenere i mulini per i cuccioli", supplica, aggiungendo che il suo cuore fa male quando pensa a dove è venuta Panda e dove sono ancora gli altri cani come lei. Nessuno sa come il cane di razza sia finito da solo nei boschi, ma Gallo è contento che Panda sia uscita - comunque è successo.

"Mi rende così felice che l'ho trovata e che posso darle una casa. “